lunedì 16 maggio 2011

Attivato il gruppo di discussione "Storia della Fotografia" su Google Gruppi

In Google Gruppi è ora disponibile una nuova opportunità di cooperazione e discussione per gli appassionati e gli studiosi di storia delle antiche tecniche fotografiche.
L'idea di base è quella di proporre qui uno spazio di condivisione e ricerca relativo allo sviluppo storico dei processi fotografici e all'evoluzione delle tecnologie dell'immagine, con la necessaria attenzione alle implicazioni di carattere culturale e sociale.

Questo gruppo nasce con l'ambizione di fornire un contributo, per quanto modesto, alla valorizzazione del patrimonio fotografico storico italiano.

Mi rendo conto che il richiamo alla cooperazione in questo particolare settore della storia delle tecniche di comunicazione visuale presenta elementi di criticità.

La riservatezza e la difesa di informazioni e competenze ha caratterizzato l'invenzione della fotografia fino dai primissimi inizi delle sperimentazioni pionieristiche.
Chi è in possesso di dati, notizie ed elementi di osservazione ed intervento, nel campo dell'acquisizione, della catalogazione e del restauro, ma anche spesso in quello della valorizzazione, tende comprensibilmente a difendere la propria posizione privilegiata.
Tuttavia, anche in questo settore, se siamo in due a sapere una cosa e la condividiamo, alla fine, saremo in due a saperne due.

Seminari e corsi di formazione non mancano. Sfortunatamente i costi di accesso sono decisamente poco popolari e francamente, mi scuso anticipatamente con chi vorrà considerarmi sfrontato... non sempre qualitativamente validi e concretamente produttivi.
Talvolta ho la sensazione che vengano condotti da esperti che parlano di oggetti con cui hanno poca dimestichezza diretta e che hanno potuto studiare solo sui libri o conoscere in occasione di costosi seminari.

Con questo non mi sottraggo dall’ammettere l’eccesso di gelosia per gli oggetti delle mie attenzioni collezionistiche :-) ;-)
… ma a un certo punto dovremo pure iniziare.
In fondo la fotografia è nata grazie alle confidenze aperte di Herschel piuttosto che dai segreti di Niépce.

Nessun commento:

Posta un commento